C’è una pietra

C’è una pietra sulla mia scrivania. Davanti al computer. Vicino alla mucca portacellulare e un Ganesh portato dall’india. Tra i cavi della robaccia USB, vicino al mixer. Vicino al jack. Vicino all’accordatore.

Vicino ad un sacco di paccottiglia. Vicino al computer, vicino alla polvere. In mezzo a mille altre cazzate.

C’è una pietra. Non una pietra bella. No, per nulla bella. È di un colore francamente deprimente, la forma non è particolare. Non è una pietra che uno terrebbe. Trovandola, che so, in riva ad un fiume, uno la calpesta, non la nota.

Un mio amico è andato in cina e mi ha portato indietro due cose. Un portachiavi molto leggero di cui rimane solo la parte centrale – il resto si è sfasciato. 

E questa pietra. In realtà non l’ha portata *a me*, l’ha portata anche agli… Altri. (Buffo, un giorno avevo detto che avrei detto chi erano gli “altri” e… E qualcun altro. Mai avrei potuto scrivere coglionata più grossa. Divertente, tre anni dopo.)

Però è una pietra che mi è stata data. Portafortuna, dicono. Dice.
In un mini sacchetto di plastica, c’era la pietra. Milita qui davanti a me da un annetto e passa ormai.  

La fortuna è come l’omeopatia. Non saprai mai se davvero ha fatto qualcosa. Figuriamoci qualcosa di bene.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...