Fransè

Oggi comincia un mio nuovo viaggio. Viaggio chiamato francese.

Probabilmente è una delle lingue più inutili che possa imparare al momento, però è una delle più facili, anche solo per la quantità di persone che conosco che mi possono dare una mano.

C’è chi ha detto che non ce la farò. Che mollerò e che non completerò il corso che ho cominciato. C’è chi ha detto che proprio perché mi hanno detto che non ce la farò, ce la farò. Io personalmente voglio pensare che cel’avrei fatta anche se non mi avessero detto che non cel’avrei fatta, perché spero di non avere bisogno di certi spronamenti per tenere duro.

Resilienza, anyone?

Nella mia vita mi è sempre stato insegnato solo ed esclusivamente l’inglese. Piccolo problema, l’inglese è quasi una mia lingua madre visto che ne sono a stretto contatto da quando ho circa 5 anni. Forse 4. 5, mi ricordo le mie prime tre parole in inglese, quindi credo fossero 5.

Comunque come ho già detto in passato ho sempre avuto ogni giorno contenuti in inglese da assimilare, rendendo quindi l’insegnamento prettamente grammaticale fondamentalmente inutile già raggiunti i 13-14 anni. 

Non ho mai quindi imparato una nuova lingua. E ho intenzione di procedere nell’apprendimento non solo imparando la lingua ma anche percependo lo sforzo nuovo, la particolare novità che viene introdotta.

È un po’ come l’esercizio per le dita per il basso che non mi veniva di cui scrivevo un po’ di tempo fa, ma applicato alla mente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...