Il momento in cui sei grande

Mia madre una volta mi raccontò di come un giorno si sentì grande, matura e assolutamente indipendente quando andò a compiere una faccenda di tasse e si recò agli uffici e fece tutto senza alcun ausilio esterno. Una volta fatto tutto si rese conto dell'”‘impresa” e capì che ormai era una donna in tutto e per tutto.

Diciamo che per la prima volta sto facendo una cosa di portata più o meno simile e mi rendo conto di cosa parlava mia madre.

L’argomento è prettamente di carattere medico, ho una piccola seccatura che voglio risolvere e ho cominciato a contattare un medico amico di famiglia per vedere di venirne a capo. Vista l’assoluta non urgenza della cosa voglio e ho intenzione di lasciare assolutamente mia madre, che fin’ora si è sempre dedicata personalmente della mia salute andando lei – lavorando in ospedale – a contattare i vari dottori per conto mio, fuori da questa questione. Di sicuro non per motivi di privacy, in quanto questa è una stronzatina uditiva di pochissimo conto di cui non mi farei problemi a parlare anche con il mio benzinaio, quanto per cominciare a…

Far da me.

Annunci

One thought on “Il momento in cui sei grande

  1. euclide ha detto:

    Troppa musica fa male alle orecchie ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...