Diablo 3

Io da sempre sono uno che apprezza i videogiochi. Ho sempre videogiocato e apprezzo una sana sparacchiata o scazzottata quanto un buon piatto di pastasciutta.

Questa è una passione che mi porto fin da piccolo; quattro\cinque anni avevo (circa, credo) quando ho toccato il mio primo videogioco. Anno 1997 ero già a giocare al primo GTA, per intenderci (sì, e questo è il mio vaffanculo ai rating dei videogiochi xD).

Uno dei giochi che più mi sono piaciuti della mia infanzia è stato di sicuro Diablo. Non a caso il mio nickname per molti anni prendeva proprio dal primo boss che si incontrava in tale gioco.

La casa produttrice di Diablo, la Blizzard, è nota per prendere i suoi tempi nello sviluppo dei giochi. Hanno una quantità tale di soldi fatti con una serie di giochi al limite della perfezione che si possono permettere di fare le cose con tutta calma. Fatto sta che se nel 1997 è uscita la prima iterazione di questa serie, per il suo stupendo seguito ci vollero quasi 4 anni. Ma poi, nulla.

L’annuncio di ieri di Diablo 3 mi ha quindi riportato di forza a 11 anni fa. Quando da bimbo esaltato di 8 anni sentivo le musiche di questo gioco mentre mi accompagnavano mentre scendevo fino agli abissi dell’inferno a spaccare culi ai peggio demoni. Musiche che sono rimaste con me per tutti questi anni e che ancora oggi allietano le mie giornate, anche se sotto forma di mp3 P:

È strano affidare emozioni ad… Un brand di videogiochi. Molto strano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...