Che, forse non vogliamo ricordare?

C’è un modo per capire quando avete passato tanto tempo con una persona. Ma non sempre è un metodo applicabile.

Ci sono persone molto particolari, che hanno una bellezza speciale, o una voce dal timbro insolito, un raro profumo, dei lineamenti non comuni che ci rendono difficile formare nella nostra mente questi dettagli di tale persona, rendendo l’immagine che abbiamo di loro imprecisa.

Magari una persona estremamente bella viene riprodotta nella nostra mente un po’ meno bella di quanto lo sia in realtà – o ai nostri occhi. Oppure il tono di voce viene più roco o più nasale. Oppure non ci viene in mente il preciso profumo\odore e le emozioni che esso ci provoca. Piccole cose che rovinano la nostra immagine mentale di questi soggetti.

Noi ci accorgiamo di tali imprecisioni e se la persona capita spesso per qualsiasi motivo nei nostri pensieri, il fatto che questi dettagli sfuggano si nota e può risultare assai fastidioso. Poi l’effetto dipende molto da persona a persona: io penso molto alle persone a cui tengo e queste imprecisioni le noto spesso e sono capaci di darmi piuttosto fastidio.

Tuttavia la cosa ha un risvolto positivo, e qui torno all’origine del post. Quando questi dettagli saranno sempre più chiari nel nostro ricordo, quando il timbro di voce o i lineamenti del volto ci vengono alla mente subito significa che questa persona comincia ad essere più presente nella nostra vita, che comincia a far parte di noi in maniera più profonda. O che comunque il suo ricordo è finalmente impresso nella memoria per bene, in una zona da cui sarà difficile rimuoverlo. Ah, occhio: usare le foto è barare e non funziona sempre.

Ma facendo un’analisi ancora più profonda, trovo sia fondamentale fare affidamento a questi dettagli sfuggenti, a notarli, ad esaltarli. Molto probabilmente essi sono il sale della persona a cui pensiamo. Sono ciò che ci piace, ciò che esaltiamo di più, ciò che è talmente bello nella nostra mente che ci impuntiamo affinché tali dettagli risultino perfetti nella nostra memoria e che lì rimangano, possibilmente, per sempre.

Non è che non vogliamo ricordare, è solo che ci teniamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...