日本

Vedo ragazzi viaggiare
per terre che non hanno un nome
per poi fermarsi
e lasciarsi cadere
nel

più pazzo divertimento folle completo.

In questi giorni partono per il paese del Sol Levante due miei cari amici. Non li vedrò per tre settimane (e più). Sono lontani.

Cazzo, lontani.
Ma TANTO lontani.

In realtà grazie ai magici poteri di Internet sarà possibile comunicare.
Ma sono a 9500 chilometri da me.
La cosa è di importanza nonnulla, mi accorgo.

Annunci

Tanti auguri al re…

… tanti auguri al re
tanti auguri al re dei mona
tanti auguri a me

:D

Divertentissimo come su internet sono conosciuto come “il quattordicenne del cazzo”, in quanto il mio primo compleanno sulla rete fu appunto quello dei 14 anni. Ora tutti quelli che hanno cominciato a sfottermi per questo sono diventati 5 anni più vecchi e come tali probabilmente si sentiranno un po’…

DECREPITI!!!

Bwhahahahaha.

Ok, serio, è la una e 22 e ho passato una serata veramente tanto bella quanto imbarazzante :D
Per cui arrivederci a tutti quanti, buonanotte e auguri al re.

Highlander

Purtroppo per me, sono “costretto” a postare a quest’ora… Meno di dieci minuti e avrei beccato il cambio di orario.

L’Highlander è una figura mitologica di internet. Nacque su qualche newsgroup non meglio noto e si incarna in colui che posta alle 6:00 in una qualsiasi comunità online. Egli è l’highlander (o ailander che dir si voglia), colui che ha sopravvissuto alla notte ed è sveglio davanti al pc a raccontarlo. Poi la sfida è del tutto vinta se sei davvero l’ultimo a postare di quelli che raccolgono l’invito a battaglia.

Negli archivi si trovano serate con 6 – 7 persone che si contendono il titolo ad orari sempre più improponibili, partendo dalle 3 del mattino arrivando fino alle 6:30 (per i più ritardatari, visto che l’higlander vero e proprio quello che posta alle 6:00).

La cosa tremenda?

È da più di due anni che non vedo un highlander :D

O2

Il nostro cervello consuma circa il 20% delle energie del corpo umano. Dicono 15% del sangue, il 25% del glucosio e il 20% dell’ossigeno.

Già. L’ossigeno.

Ora, voglio che tutti quanti leggano questo post facciano una bella analisi. Una analisi dei luoghi dove più passano il tempo durante il giorno.
Voglio che stimiate se le dimensioni delle stanze in cui state di più durante il giorno sono sufficientemente grandi o aerate per quanti ci stanno dentro e per le attività che vengono svolte al loro interno.

Vi faccio il mio esempio quotidiano: durante il giorno sto maggiormente in classe e in camera mia.
La classe media di un liceo è sufficiente per tenere dentro i banchi, la cattedra e poco più. Non c’è lo spazio per ballare una rumba, ecco. Ora, in genere dentro ad una classe ci sono tra le 20 e le 30 persone. Adolescenti. Aerazione ASSENTE. Attività mentale (teoricamente) ELEVATISSIMA.
Non è DEMENZIALE tutto ciò? D’inverno, quando le finestre non si possono aprire, la quantità di ossigeno presente cala vertiginosamente con il passare dei primi minuti di lezione per arrivare a fine giornata, dopo 5 ore rinchiusi in questo sgabuzzino, con gli studenti completamente rincoglioniti.
Grazie alla fava che lo studente medio non segue o segue male le lezioni, specie alle ultime ore!
Già gli vengono chieste ore e ore e ore di attenzione continua quando il massimo fisico del cervello sono 20 minuti; se poi manco viene dato sufficiente ossigeno allo studente per far lavorare le meningi, come si spera di tenere un livello di attenzione sufficientemente alto?

In questi giorni di vacanza per altro ero spesso a casa mia a fare cazzeggio. Davanti al Mac, a fare un po’ di questo un po’ di quello, navigare, giochicchiare, bla bla blare su msn…
Più andavo avanti più ero scazzato, scazzatissimo. Aldilà dell’oggettiva fastidiosa nullafacenza, sono arrivato ad un certo punto che mi sono accorto che non pensavo proprio più. Alché mi sono dato del pirla, ho aperto la finestra e dieci minuti dopo ero a studiare.

Magia!

Ok, questa era la lezione sull’ossigeno.
La prossima sarà:
“Merendine, snack e schifezze bisunte, il nostro cervello senza vive male.”
Stay tuned!

Bisunto

Sottotitolo: Bella Milano!

Milano, la capitale della moda, del fico, del trendy… Piena dei locali giusti, in, no?
Ecco, ma nessuno è mai andato oltre le 10 vie dei fighetti, anche solo nelle vie accanto, per vedere la vita di un buon 50% della Milano notturna? Intendo, quelli che chiamano Milano con quegli appellativi.

Non so, oggi mi è capitato di andare un po’ in giro in notturna e mi sono accorto io stesso che usciti dalle vie principali c’è un intreccio di locali strabisunti con una fauna che TE LA AUGURO; non oso immaginare andando oltre alla superficie che ho visto in poche ore cosa si trova. Poi non c’è da stupirsi se le statistiche indicano percentuali di utilizzo di droghe nei giovani altissime | : °

E poi, dai, le Luride valgono 10 Hollywood…