Le luci si spengono

È inquietante quanto tutto cambi la notte.
Non parlo dei transessuali, ma della città. Cioé, anche i transessuali. Ma io mi riferivo alla città.

E cambia ancora di più a seconda del punto di vista, se da pedone o da guidatore.
Da pedone, passi in strade normalmente estremamente affollate e piene di vita, con vetrine ad esporre, il traffico delle auto che ti passa accanto… Che di notte si addormentano, si spengono. E ti sembra di stare in una canzone dei Green Day. Tu, da solo, che vaghi in una strada deserta.

Da guidatore la situazione si fa più WTF.
La guida in città si basa su due cose: orientamento assoluto (NSEO, e in generale una cartina della città bene in testa) e punti di riferimento.
Se con il primo si riesce ad arrivare a destinazione quasi sempre, i secondi tendono a variare un po’ troppo.
In particolare, avendo guidato per le prime volte di notte in questi giorni… Devi REimparare la città.
Le insegne si accendono e assumono una visibilità completamente sconosciuta di giorno.
Le vetrine chiudono e non ci sono più i negozi a farsi vedere.
Viali ad alta visiblità diventano succursali di Mordor (specie in periferia).

Una seconda faccia della città che non scopri fino ai 18… °°

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...