Apple Keynote, ormai un rito

Quando Stefano, stupito di vederci uscire un’ora prima, ci ha chiesto dove andassimo… gli abbiamo risposto “andiamo ad una messa nera”.

Stamattina avevo mille pensieri per la testa… Non l’ho dato a vedere, ma mi è stato piuttosto complicato stare a seguire le lezioni.

Apple. Non una azienda, non una compagnia, non una semplice venditrice di hardware. Ormai è una Chiesa. E Steve, lui… È il suo Messia.
Per la gente normale è “solo” un fenomeno sociale; per la nostra cerchia di amici e per il mondo dell’informatica, ogni Keynote, le presentazioni dei nuovi prodotti Apple, è il momento di massima espressione della tecnologia.

Ogni volta ci si chiede cosa potrà mai uscire di nuovo che migliori ciò che già sembrava perfetto e completo la volta precedente; come faranno a migliorare ancora i Mac? O che feature metteranno DI PIU’ agli iPod? Quante versioni di iTunes metteranno stavolta?
Quali software? Quali feature?

Per chiunque abbia a cuore la “Grande Mela”, i giorni prima delle presentazioni sono un calvario e i mesi di intermezzo tra una e l’altra sono continui susseguirsi di voci di corridoio, di scoperte di brevetti depositati “di nascosto”, di previsioni, di presunte foto di nuovi prodotti. Per gli altri, sono solo notizie su giornali.
E roba da comprare.

Chiunque provi un Mac, lo sfiori anche solo, prima o poi passerà ad usarlo.
Chiunque provi un iPod, prima o poi l’avrà. È solo questione di tempo, solo questione di soldi.

C’è chi ci chiama drogati, c’è chi ci chiama pazzi, c’è chi ritiene avere tale fede per una fredda azienda da folli senza vita sociale. Onestamente, trovo ben meglio dedicarsi a seguire i prodotti Apple che drogarsi in discoteca e schiantarsi alle 3 di notte sotto gli effetti dell’ecstasy. C’è chi le chiama priorità.

Lode a Steve.

Questa non è di certo la prima né sarà l’ultima volta che sto su fino alle 2 di notte per cercare di vedere il video della presentazione.
Che poi, alla fine, ne è valsa la pena. Anzi.

NE VALE SEMPRE LA PENA.

Alla fine, è tanto peggio di stare dietro al campionato di calcio? Non mi pare. E allora non sono peggio di milioni di altri italiani, mi pare.
PS: E qualcosa mi dice che il bello deve ancora venire… trema, MS…

Le ricerche assurde che da Google hanno portato pazzi al mio blog oggi sono state…

foto simpatiche cammelli
scrittura a caratteri strani per msn
come ignorare una persona
tipo di persone che prende in giro altre
extra per blog msn
testo froid e la cocaina
immagini paralleli
caratteristiche dell\’amicizia
FRASI PER DIRE NON TI CAPISCO
immaggini di persone con auguri di buon
SUONERIA “ma si vene stasera”
TABELLE PENA DI MORTE SITUAZIONE 2006
IMMORTAL (AD VITAM) frasi del film

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...