Lago, finalmente!

Va bene, va bene.

Ciao ragazzi, è stato bello, ma c’è un limite alla quantità di estate che posso passare al computer a casa :D

Parto, vado per 3 settimane sul Lago di Garda. Il bello è che cambio posto, stacco 3 settimane (3 delle 5/6 settimane annuali) dal computer completamente, faccio le foto per il concorso di fotografia, mi diverto, vado in barca, reicontro un po’ di amici, mi alleno con i Poi, ho tempo per me e DORMO. E gioco a calcio, faccio un po’ di attività fisica & lol vari.

Il brutto è che guida mia madre. All’andata e al ritorno. La cosa mi Preoccupa con la P maiuscola e in corsivo.
Se mi dovesse succedere qualcosa, avvisate quelli di IGZ, spartite la mia roba tra Mattia, Laco e i Pucci… e mettete i DT nelle cerimonie xD
No, non riesco a fare il cazzone… PD!!!1!1!1 Yea I’m fuckin’ worried about this.

Ah, altro punto a sfavore è che potrebbe non esserci un cazzo di nessuno al Lago, per cui potrebbe essere molto probabile che stia solo per un botto di tempo. Non il massimo, insomma \:

Vabé, ci si vede il…27? 28? Magari riesco ad aggiornare qualche volta in qualche modo xD

Byeeeeeeeeeeeeeeeeeee (prometto grandi post al ritorno!)

Annunci

Sono le 4 del mattino…

Eppure sono qui, a postare sul blog.
Non capisco se c’è qualcosa di strano oppure alla fine è semplicemente un orario un po’ alternativo.
Vado a letto alle 4 e mi sveglio alle 12. Io dico che è il mio naturale metodo per sfuggire al caldo estivo. Dormo quando fa più caldo in casa nostra (il pomeriggio è più sopportabile, ben più sopportabile della mattina e la sera è una goduria).

Eppure quando sono in orario normale non ho problemi a rispettare una tabella di marcia perfetta. A letto alle 23.30 massimo mezzanotte e sveglia con istantaneo fuori dal letto alle 7.  Un’ora in meno di quanto vorrei dormire, ma tanto prima il sonno non mi viene. E dopo ovviamente non posso dormire <_<

Deve esserci qualcosa di strano nel mio orologio biologico… °_°

Pessimismo, Ottimismo, Realismo e soprattutto Buon Senso.

“Il pessimista vede il bicchiere mezzo vuoto.
L’ottimista vede il bicchiere mezzo pieno.
Il realista capisce che se sta troppo a pensare su questo bicchiere, dovrà lavarlo lui.
(L’ingegnere vede il bicchiere il doppio più grande del necessario.

Il pazzo trova l’elefante rosa simpatico e generoso. LOL.)

Colui che ha buon senso, invece, beve l’acqua e non muore di sete.”

Sono questi generi di mentalità che influenzano il modo di fare, il modo di relazionarsi.
Uno ottimista tende ad evitare le inimicizie perché trova negli altri pregi anche nei difetti, per esempio.
Uno pessimista tende a mettere le mani avanti e a pigliare male le cose, magari tende a fraintendere ciò che gli viene detto. Tipo quando uno dice “non voglio giocare in coppia con te, né con lui o con nessun altro” il pessimista lo vede magari come un attacco personale, quando invece… che so, magari intendeva dire “non è che abbia particolare desiderio di giocare con alcuno di voi, non mi cambia: basta che si giochi e ci si diverta tutti assieme”… E OGNI RIFERIMENTO A FATTI REALMENTE AVVENUTI… È voluto! Maledetto Salva.

Tornando al discorso iniziale, pensavo a come ogni tipo di mentalità ha i suoi pregi e i suoi difetti. Si tende sempre a pensare che il pessimista faccia male ad esserlo, ma è semplicemente un buon modo per pararsi da inculate e brutte sorprese…
E così tutti.

Poi quando anche vedi che il buon senso fallisce per una necessaria componente di istinto che non sempre è corretto…  Non ci si può più affidare a nulla <_<

Le do del lei o ti do del tu?

Oggi ho avuto a che fare con il nostro assicuratore, un ragazzo sulla presta trentina…

Ebbene, nonostante lui abbia detto esplicitamente di dargli del tu, mi risultava estremamente difficile dare del tu ad un estraneo con cui avrò parlato sì e no 4 altre volte in vita mia!

Questo è il “difetto” proveniente dalla complicazione di avere una lingua troppo elaborata :D Fosse inglese, non avrei avuto problema. Praticamente non esiste un passaggio di registro tra il formale e il non. Ci sono solo pochi accorgimenti.

Però cambia tutto tra il lei e il tu, da noi. È la differenza che passa tra amico e conoscente (almeno per quanto riguarda persone più grandi o comunque sopra la diciamo 25\30ina).
È… imbarazzante per me.

Infatti è stato difficilissimo salutarlo con un “ciao” <_<

MANNAGGIA11!1!

Imparari sbagliato…

… e come cazzo fai a toglierti la cattiva abitudine?

Ho appena capito che ho imparato una mossa con i Poi sbagliata, e l’ho allenata sbagliata (che poi non è sbagliata, è solo un’altra mossa ma comunque non è quello che volevo) e ora devo togliermi una brutta, bruttissima abitudine.

Mi piacerebbe poter fare un mega UNDO (ctrlZETA) di quello che ho imparato e rifarlo daccapo…

CAZZO ho il cervello che si è abituato ad imparare e cementificare troppo in fretta  <_<
È una cosa bella, solo che cementifico troppo spesso qualcosa di completamente errato…

Stavolta ho una strategia per aggirare e risolvere il problema, ma altre volte potrebbe non essere così facile. Spero che vi capiti il meno possibile ;_;